Avete scelto la meta ideale, prenotato l’albergo, pianificato in ogni dettaglio la settimana bianca. Non vi resta che decidere cosa indossare: se pensate che l’abbigliamento sci sia poco trendy, vi state sbagliando di grosso. Ecco come vestirsi per essere fashion anche ad alta quota.

Abbigliamento sci: la capsule collection di Colmar Originals e Au Jour Le Jour

Pensando all’abbigliamento sci, Colmar Originals è uno di quei marchi che vengono subito in mente. Merito del suo heritage, che affonda le radici nel 1923 con la produzione di ghette e cappelli da uomo prima e tute da lavoro poi, fino alla geniale intuizione di Mario Colombo e del cugino Edoardo Sala – dirigente del Cotonificio Fossati Bellani – di utilizzare un particolare tipo di cotone (resistente ai lavaggi e irrestringibile) per creare i primi capi da sci, ai quali seguirono nei decenni successivi l’Olimpionica, la prima giacca a vento realizzata in popeline impermeabile e le tute in tessuto tecnico. Il resto è storia. A celebrarla ci hanno pensato Mirko Fontana e Diego Marquez, duo a capo del brand emergente Au Jour Le Jour al quale l’azienda si è affidata per dare nuovo lustro ai pezzi d’archivio. I due stilisti hanno giocato con il color blocking e con la consueta ironia che li contraddistingue per dar vita a una Capsule Collection dal sapore vintage, resa contemporanea da stampe, maxi loghi e inediti volumi.

Abbigliamento sci: il lusso sofisticato firmato Moncler

Continua ricerca tecnologica e allure metropolitana: questi i tratti distintivi di Moncler, marchio nato in Francia negli anni ‘50, oggi sinonimo di lusso ed esclusività. Le collezioni vengono presentate regolarmente durante la fashion week, rientrando a tutti gli effetti tra le proposte più eclettiche e innovative del prêt-à-porter. Un brand iconico che celebra le sue origini legate al mondo dello sport in alta quota con una serie di capi perfetti per sciatori estremi, ma anche per chi vuole godersi una tranquilla vacanza in montagna senza rinunciare allo stile. Tra i must-have di stagione, la mantella hi-tech bianco ghiaccio della linea Grenoble Skiwear – un capo funzionale e multiuso adatto a qualsiasi occasione e condizione meteorologica – e i total look a motivi tartan e pied-de-poule dal mood retrò.

Abbigliamento sci: gli accessori da non perdere

❄️The Nebraska Boots ❄️ also known as your winter's best friend #KenzoFW17

A post shared by KENZO (@kenzo) on

Non solo tute, pullover e giacche a vento: a essere protagonisti della settimana bianca sono anche gli accessori. In primis, i doposci, calzatura da neve per eccellenza su cui si sono sbizzarrite le griffe più blasonate, come Kenzo – che ne realizza una versione in pelle e suede con inserti di pelliccia ecologica e suola in gomma – Alberto Guardiani – le sue Mary Jane in pelle e dettagli in montone rieditano il concetto di bon ton – e Chloé, che rivisita i classici boots Joan of Arctic di Sorel in chiave super chic. A completare il look ci pensa Prada, con tote bag in nylon e dettagli fur dai toni zuccherosi. Spazio infine agli occhiali da sole, indispensabili per proteggere gli occhi dai raggi UV, amplificati dal riverbero sulla neve. I più cool e performanti sono di Oakley, con maxi lenti a specchio.