Donne di moda alla Paris Fashion Week. La settimana della moda parigina – dal 27 febbraio 2018 al 6 marzo 2018 – è stata la quarta ed ultima tappa dedicata alle collezioni autunno inverno 2018/2019, dopo New York, Londra e Milano. Tra stilisti affermati e nuovi designer, ad emergere sono state proprio le donne, personalità straordinarie alla guida di storiche Maison, che grazie alla loro visione sono riuscite a riscuotere grande visibilità e gradimento anche tra le generazioni più giovani.

Esempi ne sono Dior, Prada e Vivienne Westwood, tre brand che hanno alla loro guida donne di spicco che hanno rivoluzionato la storia della moda e che oggi si sfidano sui social a colpi di engagement.

classifica

Dior è il brand che conquista il podio della nostra classifica, ed è il leader indiscusso sia su Facebook (16 milioni di fan) che su Instagram (18,7 milioni di follower). Al secondo posto Prada, con 6 milioni di fan su Facebook e 14,8 milioni di Follower su Instagram, seguito da Vivienne Westwood con 1 milione di fan/follower su entrambe i social.

Donne di moda: Maria Grazia Chiuri e il suo approccio femminista

Maria Grazia Chiuri, direttrice creativa di Dior dal luglio 2016, e prima donna in assoluto a capo della casa di moda francese dalla sua fondazione, ha dato un nuovo impulso grazie al suo approccio “femminista”. Negli ultimi 8 giorni le mentions associate al brand, sono state oltre 200, e fanno riferimento all’ultima collezione portata sulla passerella della Paris Fashion Week – che reinterpreta il ’68, coniugando arte, ribellione ed emancipazione – ma anche a un altro evento di rilievo internazionale come la Notte degli Oscar. Dior è stato infatti in prima linea vestendo diverse star come Jennifer Lawrence. Il post pubblicato sulla pagina Instagram del marchio relativo alla mise dell’attrice sul Red Carpet, ha collezionato più di 160mila like e oltre 600 commenti. Sempre su Instagram, i contenuti totali associati alla Fashion Week sono 1582 (#dioraw18), e tra questi una video intervista alle protagoniste della passerella, ha collezionato oltre 340mila visualizzazioni e 223 interazioni.

Questo canale assume un ruolo da protagonista nella comunicazione di casa Dior, sormontando Facebook. Lo dimostrano gli hashtag associati alla griffe e alla sua direttrice creativa. Sono quasi 40 milioni i post contraddistinti dall’hashtag #dior, e oltre 48mila i post associati a Maria Grazia Chiuri.

hastags dior

Donne di moda: Miuccia Prada, la signora dello stile

“Thinking fashion since 1913” è lo slogan della Maison e la sua fondatrice è tra le donne più influenti del mondo. Miuccia è una vera forza della natura e lo dimostrano i dati che ruotano attorno al brand. Negli ultimi 8 giorni, le mentions prodotte sono state 1892 (#Prada) e a giocare a favore del brand è stata anche in questo caso la partecipazione alla Notte degli Oscar. La stilista imprenditrice ha vestito per l’occasione soprattutto uomini del mondo dello spettacolo, come il vincitore del premio Gary Oldman. Il post sulla pagina Instagram di Prada, con lo scatto che immortala la sua vittoria, ha ottenuto quasi 40mila like e 129 commenti.

Il contenuto contraddistinto dall’hashtag #Prada è solo uno dei 37milioni circa di post associati al brand, presenti su questo canale. Più di 26mila sono invece quelli che fanno riferimento alla sua fondatrice (#miucciaparda) e oltre 1000 quelli relativi alla Fashion Week. Ma a veicolare l’attenzione degli utenti c’è il progetto digitale “In the cities” che racconta frammenti, storie e personaggi della città di Los Angeles, prendendo ispirazione dall’individualità che è alla base della cultura giovanile metropolitana.

hashtags prada

Donne di moda: Vivienne Westwood, la sovversiva della moda

Icona anticonformista e femminista dall’animo ribelle, Vivienne Westwood ha inventato il movimento punk e stravolto i canoni della moda. A 76 anni non smette di stupire portando avanti i suoi messaggi di protesta e sposando cause ambientaliste, politiche e sociali e lo fa anche in passerella nonostante le sue creazioni si rivolgano a un pubblico di nicchia. Lo dimostrano i dati social, più esigui rispetto ai precedenti: sono infatti 107 le mentions degli ultimi 8 giorni – che includono anche la partecipazione agli Oscar –  e lo confermano anche i numeri di Facebook e Instagram. Su entrambe le piattaforme, infatti, conta circa 1 milione di fan.

Tra i contenuti più coinvolgenti c’è la dichiarazione della stilista che si auto-definisce la musa di se stessa. L’engagement maggiore si registra soprattutto su Instagram, dove il video è stato visualizzato 125mila volte, mentre il contenuto più accattivante su Facebook è il live streaming della sfilata che conta 26mila visualizzazioni e 1,1mila interazioni. Tornando a Instagram sono 1.298.306 i post associati all’hashtag #viviennewestwood. Meno significativo, quello relativo al Fashion Show AI 18/19 che conta appena 149 post (#AKAW1819).

hashtags Vivienne Westwood

Metodologia di analisi

Query complessa: ricerca keyword sulle donne della Fashion Week

Range analisi: 01/03/2018 – 07/03/2018

Focus: Twitter, Instagram

Tool utilizzati: strumenti di social media listening