Moda e viaggi, binomio imprescindibile che si auto-contamina e rigenera, dando vita a infinite connessioni e ispirazioni. Lo testimoniano le collezioni dei marchi più blasonati che, non di rado, riprendono e mixano elementi provenienti da altre culture. Il fascino dell’esotismo ha influenzato, tra gli altri, stilisti quali Coco Chanel, Jean Paul Gaultier, Karl Lagerfeld, Krizia, Giorgio Armani e Yves Saint Laurent.

Moda ed esotismo

Non è difficile scorgere nelle creazioni – passate e recenti – di marchi più (o meno) celebri riferimenti all’Oriente o all’Africa, ma anche ai Ballets Russes e a riti e costumi di altre latitudini. L’esempio più eclatante di questo fenomeno – più volte ripercorso da mostre prestigiose ospitate dalle gallerie più celebri al mondo – è rappresentato dal brand Etro, che cela nel suo dna suggestioni di viaggi lontani. Il motivo Paisley, iconico simbolo della Maison, è una fantasia decorativa originaria della Mesopotamia che richiama la foglia della palma da dattero.

Talvolta l’ispirazione si muove su traiettorie decisamente più prossime: è il caso di Dolce & Gabbana, marchio che ha fatto della Sicilia un costante punto di riferimento. Dagli abiti neri ispirati a quelli delle vedove meridionali della prima collezione fino alla borsa Sicily, i due stilisti continuano a guardare agli elementi folcloristici dell’isola per le proprie linee.

Parlando di moda e viaggi, non si può fare a meno di citare Karl Lagerfeld, geniale direttore creativo di Chanel che dal 2002 porta avanti per la Maison Francese il progetto Métiers d’art: una sfilata annuale che celebra tutte le aziende artigiane partner delle collezioni della casa e che si svolge ogni volta in una diversa “location”.
Le ultime in ordine di tempo sono state Salisburgo, Roma e Parigi. Il Kaiser della moda è stato poi artefice di un evento che passerà alla storia: il 3 maggio scorso ha portato la Chanel Cruise Collection 2016/2017 a Cuba, su una passerella lunga 160 metri al Paseo del Prado, nel centro storico dell’Avana. Un primato, visto che si è trattato del primo evento di moda internazionale nell’isola caraibica dai tempi della rivoluzione del 1959.

#ChanelCruiseCuba #CocoCuba

A post shared by CHANEL (@chanelofficial) on

Moda in alta quota

Se il tema del viaggio contamina la moda, non di rado accade il contrario. Basti pensare alle uniformi delle compagnie aeree di tutto il mondo, spesso disegnate da stilisti d’eccezione. La lista è lunghissima: da Vivienne Westwood a Zac Posen, sono in molti ad aver re-interpretato il classico tailleur indossato dalle assistenti di volo. Non è detto però che il risultato finale sia sempre in linea con i gusti del pubblico: è il caso delle nuove divise Alitalia, criticate a più riprese sui social. Il designer italiano Ettore Bilotta – vincitore della gara per la commessa – si è ispirato agli anni ‘50, optando per linee sobrie (a detta di molti “troppo castigate”) e scegliendo i colori della bandiera italiana: rosso e verde per borsette, guanti, cappellini, scarpe e ovviamente anche per calze, al centro della disputa mediatica.

Nuance decisamente più sobrie contraddistinguono le mise del personale Air France. La compagnia si è sempre affidata ai grandi rappresentanti della moda francese, come Christian Dior e Cristobal Balenciaga. L’attuale firma è quella di Christian Lacroix: fusciacca con fiocco e abiti dal taglio maschile (di ottima fattura, ça va sans dire), i tratti distintivi.

Fresche di fashion week parigina le divise della compagnia aerea cinese Hainan Airlines: il nuovo abbigliamento del personale, griffato Laurence Xu e ispirato al cheongsam (il tradizionale abito cinese) ha riscosso un notevole successo sul web, facendo incetta di clic.

Moda e viaggi: globetrotter

Viaggi: ispirazione, ma anche aspirazione di shopaholic e non. Da Capri a New York, le stesse destinazioni di viaggio diventano un trend ed entrano di diritto in wishlist, tra una borsa Fendi e una giacca Chanel. Merito degli influencer, che a colpi di live tweet, selfie e stories mostrano agli utenti le loro mete preferite e i loro viaggi in giro per il mondo. Moda e viaggi in “location” da sogno: tra le più gettonate c’è il Giappone con il suo mix di storia e modernità, oltre alla Grecia, con Mykonos e Santorini in testa, due destinazioni apprezzatissime che conquistano con i loro caratteristici colori e con un’offerta variegata in grado di coniugare movida e relax assoluto. Tra i luoghi più fotografati e condivisi sul web, non mancano alcuni scorci del nostro Bel Paese: nei suoi scatti recenti, Chiara Ferragni si mostra con il suo promesso sposo Fedez in Costiera Amalfitana, mentre Chiara Biasi e Paolo Stella scelgono la Sardegna, tappa irrinunciabile e glamour per eccellenza. Per gli amanti dello shopping restano dei must assoluti Londra, Parigi e New York: non a caso si tratta di tre importanti capitali della moda, custodi dei trend più nuovi e dei marchi più interessanti.

Brought raviolito to Positano ? #TheBlondeSaladGoesToPositano

A post shared by Chiara Ferragni (@chiaraferragni) on